http://www.bellaumbria.net/wp-content/themes/bellaumbria/overlay/home.jpg
Cerca Hotel e Agriturismo
1  Camera  2  Adulti  0  Bambini
OK
Pittura deruta

Ceramiche e Maioliche di Deruta

Descrizione

Deruta è nota per essere patria indiscussa della produzione di maioliche e ceramiche tra le più belle e pregiate d'Italia. Il binomio Deruta - maioliche, così come quello Deruta - ceramiche, risulta essere sicuramente indissolubile e caratteristico per questo piccolo borgo.

D'altronde si tratta di una produzione che affonda le sue radici nel passato più antico della cittadina, forgiandone la sua stesse identità storica. 


 

Quando nasce la ceramica di Deruta?

Le fonti attestano che le prime maioliche e ceramiche di Deruta furono realizzate nel Medioevo.

La ceramica, sebbene documenti ufficiali dimostrino che si fabbricavano a Deruta sin dal XIII secolo, dovrebbe avere origine quanto meno un secolo prima. Comunque, alla fine del XIII secolo Deruta aveva prodotto ceramiche e maioliche in tale quantità da potersi permettere il pagamento delle tasse imposte da Perugia in vasi, anziché in denaro. Alla fine del XIV secolo, Deruta aveva pertanto assunto un ruolo di produttrice "regionale" di ceramiche ed era divenuta, per così dire, esportatrice. Secondo le testimonianze, infatti, già nel 1358 aveva esportato oltre mille vasi di ceramica di Deruta ad Assisi, patria di San Francesco, luogo in cui era abbondante il bisogno di articoli per la tavola e di souvenir per i pellegrini venuti a visitare la tomba del Santo.

Il periodo più ricco fu senza dubbio il XVI secolo, quando i suoi artigiani parteciparono al clima della rivoluzione artistica e culturale del Rinascimento.

E' proprio in questo periodo che diviene popolare il famoso decoro Raffaellesco, simbolo della produzione di ceramica. Agli inizi del secolo, Raffaello dipinse una serie di affreschi a decorazione di una Loggia nel Vaticano e alcuni dei suoi motivi sono "grotteschi": una fantastica composizione con piante, animali ed uomini. I maestri artigiani, seppur non avendo visto personalmente tali affreschi, ne furono a conoscenza grazie a stampe ed i motivi grotteschi presero vita nelle loro ceramiche.

Dalla fine del XVIII secolo al XIX secolo la città risentì della generale crisi politica ed economica ed anche della crescita della competizione da parte di altri luoghi di produzione, quali ad esempio Castelli d'Abruzzo. Occorre attendere fino alla seconda metà del XIX secolo per assistere al rifiorire dell'interesse per la maiolica "rinascimentale" e quindi la ceramica derutense.


 

Scoprire le ceramiche di Deruta

Se vi trovate in vacanza in Umbria, non perdete l'opportunità di fare tappa a Deruta e fermarvi nelle aziende e botteghe specializzate in questo tipo di produzione. Entrare in questi luoghi è un'esperienza affascinante, soprattutto se parteciperete ai laboratori di ceramica, alla scoperta dei segreti dell'arte della modellazione e della cottura dell'argilla.

Alla fabbrica di Maioliche Grazia, ad esempio, potete assistere ad un ciclo di lavorazione completo guidati dai mastri artigiani, in un laboratorio risalente agli anni '20 completo di Museo Storico della Fabbrica. Da non perdere la visita al Museo  Regionale della Ceramica, dove esplorare la tradizione della ceramica derutese in un percorso che dall'area archeologica delle antiche fornaci ne ripercorre la storia fino ai giorni nostri.

Sistema Museo organizza dei laboratori a tema aperti a tutti, che ti permetteranno di sperimentare personalmente la tradizionale decorazione della ceramica locale, dal disegno alla pittura. Consigliamo in particolare il laboratorio "Ceramisti si diventa" dedicato alle famiglie, tutti i giorni alle ore 11:00 su prenotazione.