http://www.bellaumbria.net/wp-content/themes/bellaumbria/overlay/paciano.jpg
Cerca Hotel e Agriturismo
1  Camera  2  Adulti  0  Bambini
OK
Trasimeno_Paciano_panorama borgo

Paciano

PROVINCIA: Perugia
PREFISSO: 075 CAP: 06060
SUPERFICIE: 17kmq
ABITANTI: pacianesi
GIORNO DI FESTA: 29 settembre
PATRONO: San Michele

Paciano, tra le verdi colline che contornano il Lago Trasimeno, è un piccolo comune situato nella parte meridionale del Lago. Pur non avendo sbocco diretto sul lago, il borgo si trova in una posizione ideale per esplorare il Trasimeno e magari per soggiornare nel cuore della campagna umbra. Paciano dista circa 15 km da Castiglione del Lago e circa 30 da San Feliciano, entrambi tra i più ricchi di luoghi di interesse naturalistico e storico-artistico.

Paciano è inserito nell'elenco dei I Borghi più Belli d'Italia, grazie al suo bellissimo centro storico di origine medievale.

Paciano ha infatti mantenuta per la maggior parte intatta la sua antica struttura urbana, con tre strade parallele collegate da vicoli ortogonali.

 

PACIANO E LA TORRE ORLANDO

Paciano è stato fondato nel XIV secolo presso il Monte Petrarvella, a 391 m sul livello del mare, dove in passato era posto un antico tempio pagano consacrato al dio Giano, una delle divinità più antiche della religione romana.

A poche centinaia di metri dal borgo troviamo ancor oggi la Torre di Orlando, quel che resta dell'antico castello di Paciano Vecchia, vale a dire del borgo che in origine con tutta probabilità costituiva il nucleo originario del paese. La Torre, opportunatamente restaurata, è oggi parte di una villa privata caratterizzata come Residenza d'Epoca.

Leggenda vuole che il nome Torre di Orlando derivi dal mitico Re Artù, che si narra visitò l'antico castello di cui la torre era parte durante un suo viaggio in Italia.

 

ALL'INTERNO DELLE MURA DI PACIANO

Paciano presenta una particolare pianta ben delineata dalle mura, con la forma di un trapezio irregolare intersecato da tre strade parallele e vicoli ad esse perpendicolari. Il tracciato urbanistico ha seguito in parte un'antica strada etrusco-romana, importante via di comunicazione che attraversava l'area esattamente in prossimità della Torre di Orlando, per mettere in comunicazione Perugia e Chiusi.

Il borgo è racchiuso all'interno dell'imponente cinta muraria con torri, rafforzata dalle abitazioni. Lungo la mura si susseguono infatti le varie abitazioni, attaccate l'una all'altra ed addossate alle mura, talvolta anche con tipica forma a torre. Il centro storico presenta tre porte di accesso lungo il suo perimetro: Porta Fiorentina, Porta Perugina, Porta Rastrella.

Entra e percorri liberamente i vicoli che si intersecano nel piccolo borgo, sarà come tornare indietro nel tempo e respirare il passato medievale del luogo.

 

COSA VEDERE A PACIANO

Entrando al borgo di Paciano da Porta Perugina, in appena un paio di minuti si raggiunge la piazza principale con il Palazzo del Municipio, sito qui dal 1920. Passeggia tra i vicoli e sosta nelle Chiese che caratterizzano Paciano:

  • la Chiesa di San Giuseppe, primissima chiesa costruita all'interno del borgo, che conserva al suo interno la Madonna della Misericordia dipinta alla fine del XV secolo dal pittore umbro Fiorenzo di Lorenzo; all'interno della Chiesa, alcuni spazi ospitano inoltre il Museo Don Aldo Rossi, con opere d'arte particolarmente significative
  • la Chiesa di San Borromeo, di fondazione ignota ma certamente antica, con al suo interno un pregiato Crocifisso ligneo del XVII secolo
  • la Chiesa di Santa Maria Assunta, appena fuori le mura subito dopo Porta Fiorentina
  • nei dintorni inoltre il Santuario della Madonna della Stella, datata 1572 e con affreschi del pittore umbro Scilla Pecennini risalenti al XVI secolo

 

Per tutti coloro che desiderano saperne di più su Paciano e sulla vita nel territorio, e soprattutto per gli amanti dell'arte e della storia, cosigliamo inoltre altre due tappe nel centro storico di Paciano.

La Banca della Memoria, recentemente installata nelle sale di Palazzo Baldeschi, mostra multimediale dedicata alla memoria e ai saperi antichi, dal lavoro artigianale e agricolo all'enograstronomia.

La Pinacoteca, all'interno della Confraternita del Santissimo Sacramento in via della Pitalessa, che custodisce la cosìddetta Collezione di San Giuseppe costituita da oggetti d'arte dall'età etrusca al XVII secolo (in particolare, affrechi del XIV secolo, cofanetti con reliquie in oro e argento, statue e tele, una Crocifissione del pittore Francesco Nicolò).

 

Una visita a Paciano, tra i Borghi più Belli d'Italia, arricchirà la tua vacanza al Lago Trasimeno! Da Paciano potrai inoltre muoverti a piacimento e con facilità nel territorio del Trasimeno, per tutte le tue visite o escursioni.

 

Segui i nostri suggerimenti per scoprire tutto quello che di più bello puoi vedere...
… e vivi il Trasimeno!

  • Risali lungo la sponda occidentale del lago, in circa 15 km raggiungerai Castiglione del Lago: l'imponente Rocca del Leone, lo splendido Palazzo della Corgna e un bellissimo borgo lungolago... per saperne di più leggi il nostro articolo Cosa vedere a Castiglione del Lago
  • Risali lungo la sponda orientale del lago, in circa 30 km raggiungerai Magione: visita il borgo e concediti una tappa nel pittoresco villaggio di pescatori di San Feliciano, tutte le info nel nostro articolo su Magione
  • Da San Feliciano salpano i traghetti diretti per l'Isola Polvese, l'isola naturalistica per eccellenza del Trasimeno: scopri Cosa Vedere all’Isola Polvese

 

 

 


Offerte - Lago Trasimeno

In Primo Piano - Lago Trasimeno

Agriturismi in Umbria