http://www.bellaumbria.net/wp-content/themes/bellaumbria/overlay/home.jpg
Cerca Hotel e Agriturismo
1  Camera  2  Adulti  0  Bambini
OK
Castello Di Giove

Castello di Giove

Tipologia:
  • Storia e Archeologia
Indirizzo: Strada Vecchia di Attigliano - Giove

Descrizione

Edificato su un'alta collina rocciosa, il castello è l'imponente fulcro visivo del piccolo borgo umbro di Giove, così chiamato per la presenza già in epoca pre-romana di un tempio dedicato al padre degli dei. Numerosi reperti archeologici venuti alla luce nel territorio comunale (tombe, resti di edifici, monete, ecc.) ed i resti del porto fluviale di San Valentino sul Tevere, testimoniano l’antichità, nonché la ricchezza dell'insediamento che diede vita al borgo medievale.

Vuoi vedere il Castello di Giove? Scegli ora un agriturismo, vai alla lista dei migliori agriturismi nei dintorni! >> vai alla lista

Le prime notizie storiche sul castello, chiamato originariamente "Castel di Juvo", risalgono al 1191. Nella sua storia secolare, il nucleo medievale del castello si è arricchito di preziosi interventi architettonici che hanno contribuito a definirne il maestoso aspetto attuale. Terrazze, cortili, stanze e passaggi segreti ancora da riscoprire, ne costituiscono l’articolata struttura che si compone di ben cinque piani illuminati da 365 finestre, una per ogni giorno dell'anno.

>> Ci sono offerte  in scadenza per hotel nella zona di Giove! Clicca e consultale subito.

Eccezionali opere pittoriche a tema mitologico eseguite da maestri cinquecenteschi quali Domenichino e Paolo Veronese, testimoniano ad oggi l'importanza ed il prestigio delle famiglie che si sono succedute nel castello durante i secoli.Per tutto il medioevo il castello e il borgo, per la loro importanza strategica, furono teatro di aspre contese tra i maggiori comuni e famiglie della zona. Nel 1300 venne assoggettato da Amelia, da Narni, poi dai signori di Baschi ed infine dal cardinale toscano Giovanni Orsini che lo assediò ed espugnò.

Papa Giovanni XXII intervenne riprendendo il castello e imprigionando il cardinale Orsini ad Amelia. Ancora nel '400 Giove cadde in mano alla famiglia Anguillara, prima alleata e poi nemica del papa. Paolo II Farnese, nel 1465, riconquistò di nuovo il castello e lo pose direttamente sotto il dominio di Roma. Cesare Borgia, nel 1503, smantellò tutte le opere difensive della fortezza. Nel 1545 Ottavio Farnese, Duca di Castro e Ronciglione, governò il feudo di Giove tramite sua figlia Contarina Farnese. Agli inizi del '900 il castello fu venduto ai Ricciardi quindi passò al generale di Robilant ed infine nel 1936 ai Conti Acquarone, dai quali fu acquistato negli anni ’80 dall’attuale proprietario.

 >>Se hai deciso di vedere il Castello di Giove ti consigliamo di contattare ora gli agriturismi nelle sue vicinanze >> clicca questo link.