http://www.bellaumbria.net/wp-content/themes/bellaumbria/overlay/home.jpg
tordimaro-vini-umbri-37101

Vacanze in Umbria. Guida alle migliori offerte

Descrizione

Bella Umbria ti guida nelle tue vacanze in Umbria consigliandoti le migliori offerte e i migliori pacchetti.

Non ci sono periodi migliori per scegliere di prendersi una vacanza in Umbria. Ogni stagione racchiude dei motivi che rendono la vacanza in umbria un'esperienza unica, anche in considerazione del fatto che uno dei fattori che rendono oltremodo piacevole il soggiorno in Umbria risiede nella qualità della sua enogastronomia. Cominciamo proprio dal vino.

L'Umbria è famosa per i suoi rossi da quello di Torgiano, ricco e complesso, al Sagrantino di Montefalco, dal sapore asciutto e armonico. Il territorio di questo vitigno autoctone comprende i comuni di Bevagna e Montefalco, due borghi umbri che meritano assolutamente una visita.

Bevagna antico insediamento romano, oggi fa parte dei Borghi più belli d'italia, Bevagna ha conservato quasi intatto il suo assetto urbanistico medievale che ricalca in larga parte la pianta della città romana, Al suo interno Bevagna mostra l´impronta di città medievale, dove è ancora viva la tradizione artigiana delle botteghe che si aprono sulle caratteristiche viuzze. Da vedere Piazza silvestri e il meraviglioso ottocentesco Teatro Torti.

Vuoi visitare Bevagna ed il suo comprensorio? Clicca qui per le ultime offerte da prendere al volo!

 

Salendo di qualche tornante si arriva a Montefalco, “ringhiera dell'Umbria” posto in una posizione dominante sulle valli del Topino e del Clitunno, Montefalcoi regala un meraviglioso panorama sulle terre umbre. La struttura della città, compresa all'interno delle mura trecentesche, è concepita in modo che tutte le strade convergano verso la bellissima piazza del Comune. Oggi Montefalco è famosa soprattutto per gli straordinari vini che qui si producono, come il Montefalco Sagrantino DOCG e il Montefalco Rosso DOC.

Il Sagrantino di Montefalco, nella sua versione secca, è un vino italiano rosso granato con velature violacee, di aroma pieno e bouquét che ricorda l' aroma di more di rovo. E' ottimo compagno per minestre e carni leggere anche se la sua corposità lo fa scegliere anche per arrosti, selvaggina e per formaggi saporiti.

Assolutamente da visitare gli affreschi che il pittore Benozzo Gozzoli ha realizzato nell'ex chiesa di San Francesco, oggi Museo Civico.

Se desideri visitare Montefalco e i suoi ditorni, clicca qui per valutare tutte le offerte!

 

 

Una delle eccellenze gastronomiche del territorio umbro è certamente il tartufo nero, pè il luogo d'elezione del tubero nero, è sicuramente Norcia. Il paese di San Benedetto sorge a ridosso dei Monti Sibillini ed è considerato il centro più suggestivo di tutta la Valnerina. Norcia sopratutto d'estate si popola di numerosi turisti, grazie al suo clima fresco ed asciutto e ai suoi splendidi scenari di natura incontaminata! Soprattutto durante il periodo della Fioritura,quando l’altopiano di Castelluccio mostra il suo spettacolo naturale migliore, molti visitatori giungono a Norcia per ammirare il tappeto di colori e profumi che si stende di fronte ai loro occhi!

 

Vuoi conoscere le ultime offerte che riguardano Norcia e i suoi dintorni. Clicca qui!



Le specialità culinarie dell'Umbria non fanno certamente gola solamente ai più grandi. Ma oltre all'aspetto enogastronomico, l'Umbria è in grado di fornire anche più piccoli una lunga serie di attività ed attrazioni all'aria aperta che la rendono meta ideale del turismo per famiglie. Una vacanza in Umbria significa prima di tutto un’esperienza a contatto con la natura. Perché allora non pensare ad un soggiorno in un agriturismo con fattoria didattica? E’ un modo per far avvicinare i bambini alla natura e far scoprire loro come nascono i prodotti che mangiamo ogni giorno, come vivono gli animali e quali sono i mestieri legati alla campagna.

Clicca per scoprire le offerte legate ai bambini per il vostro soggiorno in Umbria!


La cucina umbra è da sempre conosciuta come semplice gustosa e genuina. Una componente che non mancava mai sopratutto in passato riguarda le erbe spontanee. Una volta erano le stagioni che regolavano l'alimentazione e bisognava essere previdenti e come delle brave formichine organizzarsi per i tempi di minore abbondanza. L'Umbria è infatti ricca di tante varietà di erbe ricche di sostanze utili al benessere dell’organismo, le erbe selvatiche si prestano ad essere cucinate e abbinate a diversi cibi per la preparazione di piatti molto gustosi, quelli che per le nostre nonne erano alla base della cucina quotidiana, ma che da qualche tempo sembrano ormai dimenticati.

La raccolta di erbe spontanee commestibili poi ci permette di riappropriarci del valore della natura ricordandoci che le coltivazioni sono arrivate soltanto dopo e che una volta, tanto tempo fa i nostri avi raccoglievano quel che il territorio nel quale vivevano dava loro senza necessità di coltivare acri e acri monocoltura, evitando così di intaccare la biodiversità tanto importante per ogni specie su questo pianeta.

Vuoi passare un weekend in Umbria e andare alla ricerca di erbe spontanee insieme ad esperti raccoglitori? Clicca qui e scopri l'offerta

Contatti






captcha

Autorizzo al trattamento dei miei dati ai sensi della legge sulla privacy (D.Lgs. 196/2003).
Leggi l'informativa completa.