http://www.bellaumbria.net/wp-content/themes/bellaumbria/overlay/home.jpg
Cerca Hotel e Agriturismo
1  Camera  2  Adulti  0  Bambini
OK
Basilica Di San Francesco Di Assisi

Basilica di San Francesco di Assisi

Tipologia:
  • Religione e Spiritualità
Indirizzo: Piazza San Francesco, 2 - Assisi
Telefono: (+39) 075 8190084
Fax: (+39) 075 8155208
www.sanfrancescoassisi.org  

Descrizione

La Basilica di San Francesco è il luogo sacro per eccellenza di Assisi, poiché qui sono conservate e custodite le spoglie del celebre santo.

La Basilica è costituita da un complesso di immenso valore artistico, sia per le strutture architettoniche sia per i preziosi affreschi e decori interni, che vede integrarsi con armonia due differenti edifici. L'insieme vede due chiese sovrapposte: la Basilica Superiore di aspetto gotico, luminosa e slanciata, e la Basilica Inferiore più bassa e austera, cui si accede attraverso un portale in stile gotico. A queste si aggiunge la Cripta con la Tomba di San Francesco, il cuore pulsante delle Basiliche.

La Basilica di San Francesco dal 2000 è stata inserita nella lista dei Patrimoni dell'Umanità dell'UNESCO, assieme ad una serie di siti francescani dell'area umbra.

 

Storia e costruzione della Basilica di San Francesco d'Assisi

Secondo la tradizione, la Basilica sorge là dove Francesco aveva scelto di essere sepolto: presso la collina inferiore della città di Assisi, zona che nel Medioevo era nota come "Collis Inferni" (Colle dell'Inferno) poiché qui venivano solitamente sepolti i condannati dalla giustizia dopo le esecuzioni pubbliche. Il colle venne rinominato "Collis Paradisi" e vi venne posta la prima pietra per il cantiere della Basilica. Questo venne avviato per volontà di Papa Gregorio IX nel 1228, a seguito della proclamazione a Santo di Francesco, a soli due anni dalla sua morte.

L'edificio della Basilica Inferiore venne concluso in circa due anni di lavoro, mentre per la parte superiore ne vennero impiegati circa sei. In seguito, la costruzione fu oggetto di numerosi interventi che nei secoli contribuirono a determinarne l'aspetto attuale.

La struttura architettonica nel suo insieme vide la progressiva integrazione con:

  • la realizzazione di un campanile con cuspidi (1239)
  • la costruzione di un portico di fronte all'edificio inferiore (nel corso del '400)
  • l'aggiunta di un atrio in pietra ancora per il portale (1445)
  • l'eliminazione delle cuspidi del campanile (1518)
 

All'interno della Basilica di San Francesco

Nella Basilica Inferiore, l'interno ad una navata con transetto ospita gli straordinari "affreschi allegorici" di Giotto, la "Madonna Angeli e San Francesco" e i "Cinque Santi" di Simone Martini, gli "Episodi della vita e della passione di Cristo", la "Madonna e Santi" e le "Stigmate" di Lorenzetti.

Ancora opere di Simone Martini e Giotto sono rispettivamente nella prima cappella destra con la "Vita di San Martino" e nella terza con "Santi e storie della Madonna". Nel 1818 in seguito agli scavi sotto l'altare furono riportate alla luce e, dopo attento esame ufficialmente riconosciute, le spoglia del Santo; solo due anni più tardi, per volontà del Papa Pio IX, fu avviata la costruzione della cripta in stile neoclassico nella Basilica inferiore.
L'aspetto attuale è tuttavia il frutto di un'opera di semplificazione avvenuta intorno al 1920. La chiesa superiore ad una sola navata con abside e raffinate vetrate del 1200 è affrescata con il ciclo "La vita del Santo" di Giotto realizzato fra il 1296 e il 1300, con le "Storie del Vecchio e Nuovo Testamento" della scuola del Cimabue e nel transetto, nella crociera e nell' abside con affreschi dello stesso Cimabue risalenti al 1277 oltre ad opere di altri maestri quali Cavallini e Torriti.

 

Buona visita alla Basilica di San Francesco!

 

 

Offerte