http://www.bellaumbria.net/wp-content/themes/bellaumbria/overlay/itinerari.jpg
Cerca Hotel e Agriturismo
1  Camera  2  Adulti  0  Bambini
OK
perugia2

Cosa Vedere A Perugia In Un Giorno

Cosa vedere a Perugia un giorno, scopritelo con noi!. La nostra miniguida ti spiega cosa vedere in un giorno, cosa fare e cosa mangiare per scoprire Perugia a 360°!

Perugia, lo splendido capoluogo in Umbria, con le sue erte stradine medievali, panorami mozzafiato e tante golose specialità da gustare, è in grado di offrire moltissimo al visitatore, che può vedere cose interessanti anche in un giorno.

Pronti? continuate a leggere.

Armatevi di scarpe basse perchè a Perugia si cammina, ed è in cima a una delle molte salite che conquisterete il cuore della città, Piazza IV Novembre (A), dove non potrete non rimanere a bocca aperta ammirando la celebre Fontana Maggiore (B). Nella nostra top ten su cosa vedere a Perugia la Fontana merita sicuramente al primo posto. Simbolo della città, venne costruita tra il 1275 e il 1278 da Nicola e Giovanni Pisano su una gradinata circolare, costituita da due vasche di pietra rosa e bianca sormontate da una conca di bronzo da cui spuntano tre ninfe che sorreggono un'anfora. La vasca superiore poggia su delle colonnine dalle quali si elevano statue raffiguranti personaggi correlati alla fondazione mitica della città; le cinquanta formelle che decorano la vasca inferiore raffigurano il calendario dei lavori agricoli, alcuni episodi biblici, storici e mitologici, i due simboli della città (il grifo), del partito guelfo (il leone) e dell'impero (l'aquila), le sette arti liberali e la filosofia. Divertitevi a trovare nelle formelle le due scene tratte dalle favole di Esopo (gru e lupo e lupo e agnello).

>> Vuoi visitare Perugia? Consulta ora le offerte dei migliori hotel a Perugia.

Piazza IV Novembre è ammantata dalla Cattedrale di San Lorenzo (D) e dall'imponente Palazzo dei Priori (C), dove ha sede dal 1878 la Galleria Nazionale dell'Umbria. Costruita nel 1345, la Cattedrale di San Lorenzo è dedicata a uno dei patroni della città. Il lato della chiesa che si affaccia sulla piazza è in realtà la fiancata laterale, decorata soltanto nel lato inferiore da una trama geometrica di rombi di marmo rosa e bianco, mentre l’ingresso si trova in Piazza Danti. Nel chiostro ha sede il Museo Capitolare.

NON TUTTI SANNO CHE... >>Il pulpito del duomo è detto di San Bernardino, poiché fu proprio uno dei pulpiti delle prediche del Santo senese. L'influenza del Santo sulla città coincise con la stesura degli Statuta Bernardiniana di cui si dotò Perugia. Ovvero delle leggi comunali moralizzatrici, che vietavano i giochi e le balere.

Nella nostra miniguida su cosa vedere a Perugia non può mancare lo splendido Palazzo dei Priori, edificato in stile gotico tra il 1293 ed il 1443,  uno dei migliori esempi di palazzo pubblico dell'età comunale. Vi si accede da Piazza IV Novembre, attraverso un portale duecentesco ornato dalle statue del grifo e del leone. L'interno conserva ambienti di notevole interesse come la sala dei Notari, costituita da otto archi a tutto sesto aventi diverse pitture che narrano leggende, storie bibliche e massime.Agli ultimi piani ha sede la Galleria Nazionale dell'Umbria, il cui ricco patrimonio artistico è organizzato secondo un percorso cronologico: al terzo piano sono raccolte le opere che vanno dal XIII al XV secolo, al secondo piano quelle dal XVI al XIX secolo. Fra tutte, spiccano i capolavori di Duccio di Buoninsegna, Piero della Francesca, Beato Angelico, il Pinturicchio e il Perugino, maestro di Raffaello.

>> Vuoi visitare il capoluogo umbro e scoprire la sue ricchezze storico artistiche? Contatta ora i migliori agriturismi nelle vicinanze di Perugia e scopri le offerte!

NON TUTTI SANNO CHE... >> Pietro Vannucci, detto il Perugino e il Pinturicchio hanno lasciato un loro autoritratto affrescato presso le sale del Collegio del Cambio, dentro Palazzo dei Priori, mimetizzandosi fra i banchieri raffigurati.

Da Piazza IV Novembre parte Corso Vannucci, che con i suoi negozi e i suoi storici locali rappresenta il centro della vita sociale perugina.

NON TUTTI SANNO CHE...>> Il celebre Bacio Perugina ha ottenuto il suo successo quando ne cambiarono il nome originale (che era cazzotto!) e si incominciarono a diffondere le belle confezioni dedicate agli innamorati ed ispirate al dipinto "il bacio" di Francesco Hayez.

 Cosa fare a Perugia

Cosa fare a Perugia? Godetevi i locali e i negozi di Corso Vannucci e arrivati alla fine avventuratevi a visitare la Rocca Paolina (H), una vera e propria fortezza che venne fatta erigere da Papa Paolo III dopo il sacco di Roma. La sua costruzione rese necessaria la distruzione di più di cento case ma anche di monasteri e chiese. E’ stata il simbolo dell’autorità e del potere del Papa fino al 1860, anno dell’annessione al Regno d’Italia.
Vicino alla Fontana Maggiore, in Piazza Danti, non perdetevi il Pozzo Etrusco (E), incredibile opera idraulica costruita ben 300 anni prima della nascita di Cristo e perfettamente integra che scende sottoterra per 37 metri di profondità.

>> Ci sono offerte in scadenza! Clicca e consulta le offerte dei migliori B&B nella zona di Perugia! 

NON TUTTI SANNO CHE... >> A Luglio a Perugia si tiene il festival jazz più importante d'Italia:Umbria Jazz.In contemporanea con il festival si svolgono i seminari della Berklee Summer School at Umbria Jazz Clinics organizzati dal Berklee College of Music di Boston.

Cosa fare a Perugia se vi avanza del tempo? Sicuramente una visita alla Chiesa di San Domenico (I), all’Oratorio di San Bernardino (G), alla Chiesa di Sant’Ercolano, alla Basilica di San Pietro e alla Cappella di San Severo (F).

Cosa mangiare a Perugia

 Cosa mangiare a Perugia? Il capoluogo umbro non manca certo di attrattive culinarie e la nostra miniguida ti proibisce di ripartire senza aver gustato almeno 3 specialità Perugine:

  • Torta al Testo, al naturale o farcita con prosciutto, salsiccia cotta, verdure lessate, porchetta, stracchino e rucola;
  • Strangozzi, (chiamati anche stringozzi o strozzapreti) fettuccine fatte in casa tipiche del territorio umbro, al tartufo o alla norcina;
  • Cioccolata e Baci artigianali.

Se la miniguida ha soddisfatto la tua curiosità su cosa mangiare a Perugia sei pronto per gustarti degli splendidi panorami..

PER FOTO MOZZAFIATO >> I 3 panorami Perugini da non perdere:
- Giardini Carducci, Porta Sole, Scale dell'Acquedotto.

>> Se hai deciso di vedere Perugia e gustare le specialità culinarie locali ti consigliamo di contattare ora gli agriturismi nelle sue vicinanze >> Clicca questo link.