http://www.bellaumbria.net/wp-content/themes/bellaumbria/overlay/home.jpg
Cerca Hotel e Agriturismo
1  Camera  2  Adulti  0  Bambini
OK
17 Gennaio 2016, Festa Di Sant'antonio Abate

17 Gennaio 2016, Festa di Sant'Antonio Abate

Perugia, Assisi , Cascia, Norcia dal 17/01/2016 al 24/01/2016
Tipo di evento:
  • Arte e cultura
  • Feste religiose
  • Folklore

Descrizione

Il 17 Gennaio di ogni anno, si celebra in tutto il mondo la figura di Sant'Antonio Abate, patrono dei contadini e degli allevatori, nonché protettore degli animali domestici.

La devozione per il santo è molto forte in Italia e in particolare nella regione umbra, dove le celebrazioni coinvolgono numerose città e borghi. Il culmine dei festeggiamenti in onore del santo, è rappresentato dalla tradizionale e suggestiva benedizione degli animali.

>> Vieni a celebrare Sant'Antonio Abate in Umbria, ci sono tante offerte in scadenza !

A Perugia, la Festa di Sant'Antonio Abate si svolge con la benedizione degli animali e la processione del Santo lungo le vie del borgo del quartiere di Porta Pesa. In particolare, la giornata rappresenta l'evento conclusivo della rassegna "Il Borgo d'inverno" previsto dal 6 dicembre al 17 gennaio. Un programma ricchissimo di eventi e iniziative culturali, tra cui il rinnovato "Presepe Grande" all'interno della chiesta di Sant'Antonio Abate in Corso Bersaglieri, completamente rinnovato e di grande effetto scenografico.

La festa di Sant'Antonio Abate è particolarmente sentita ad Assisi, dove il Santo viene celebrato con grande solennità. Dopo la distribuzione di pane votivo nella mattinata di domenica, contadini, allevatori, pastori e semplici cittadini portano in parata nella piazza centrale di Santa Maria degli Angeli i propri animali domestici per la tradizionale benedizione effettuata dai frati della Porziuncola.

>> I migliori hotel e agriturismi per soggiornare a Norcia il 17 Gennaio

 

Profonda religiosità e devozione caratterizzano la festa del 17 Gennaio in onore di Sant'Antonio Abate anche in Valnerina.

A Norcia, le celebrazioni liturgiche si svolgeranno nel Monastero delle monache benedettine, che vedrà riunita la popolazione con i propri animali per la benedizione del bestiame, del sale e del grano, aspetti portanti di questa festa. Parteciperanno anche tutti i pastori della città, per la tradizionale sfilata degli animali e l’asta delle agnelle.

A Cascia, le celebrazioni sono inserite all'interno dell'evento "Tradizione che Passione: Festa delle tradizioni rurali della montagna". L'attesa manifestazione si apre infatti domenica 17 con la santa messa, cui prenderà parte la popolazione accompagnata per l'occasione dai propri animali. Cani, gatti, conigli, pecore, buoi... per la tradizionale benedizione degli animali che chiude le celebrazioni.

>> Scopri Cascia, ecco i migliori hotel e agriturismi dove alloggiare 

 

Gli eventi a Cascia proseguono poi nel fine settimana del 23 e 24 gennaio, quando Cascia tornerà indietro nel tempo per un vero e proprio viaggio nella cultura contadina e le usanze popolari.

Non mancheranno degustazioni di prodotti tipici e tanta musica, con la 40esima rassegna Interregionale delle Pasquarelle. L'evento, che vede partecipare oltre 20 gruppi di musica popolare dell'Umbria e di altre regioni italiane, rigorosamente in abiti tradizionali, rappresenta uno degli eventi di musica popolare più importanti della Valnerina.