http://www.bellaumbria.net/wp-content/themes/bellaumbria/overlay/home.jpg
Cerca Hotel e Agriturismo
1  Camera  2  Adulti  0  Bambini
OK
Chiesa Di Sant'eufemia

Chiesa di Sant'Eufemia

Tipologia:
  • Religione e Spiritualità
Indirizzo: Via Aurelio Saffi, 13 - Spoleto

Descrizione

Per visitare la Chiesa di Sant'Eufemia, la cui zona absidale, ornata da archetti pensili e lesene, guarda la scalinata che porta a piazza Duomo, è necessario attraversare il cortile del palazzo arcivescovile.
 L'interessante edificio romanico del XII secolo nasconde al di là di una semplice e al tempo stesso austera facciata, decorata da una sola bifora, un interno a tre navate divise da colonne e pilastri polistili illuminate da monofore di stile romanico lombardo. Il prospetto a due spioventi sopraelevati al centro è tipico della prima architettura romanica spoletina con portali a rincassi concentrici e archetti rampanti. Il particolare forse di maggior interesse artistico è però rappresentato dalla zona dei matronei a causa della grande rarità di questa tipologia costruttiva nel territorio umbro.

>>Vuoi visitare Spoleto? Consulta ora le offerte dei migliori agriturismi nelle vicinanze.

>> Ci sono offerte  in scadenza per hotel nella zona di Spoleto! Clicca e consultale subito.

La Basilica di S. Eufemia sorge all’interno del Palazzo Arcivescovile, la cui area era occupata dalla residenza dei Duchi Longobardi, come ricordano i documenti dei secoli VIII e IX. La prima notizia del monastero di S. Eufemia e dell'annessa chiesa risale al secolo X, quando la badessa del Monastero di S. Eufemia, chiese al monaco benedettino Giovanni Cassinese di scrivere la vita di S. Giovanni Arcivescovo di Spoleto.

L'interno, pur nella esiguità degli spazi, colpisce per la giustezza di ritmi e di proporzioni: le colonne e i pilastri, spesso ottenuti con elementi di spoglio provenienti da edifici classici ed alto medioevali, scandiscono le tre navate; la presenza di matronei, è stata posta in relazione con la tradizione secondo cui Sant'Eufemia occupò l'area dell'antica residenza regia e ducale dove, sul tipo della cappella palatina di Aquisgrana, esistevano i matronei.

 >>Se hai deciso di visitare Spoleto ti consigliamo di contattare ora gli agriturismi nelle sue vicinanze >> clicca questo link.