http://www.bellaumbria.net/wp-content/themes/bellaumbria/overlay/itinerari.jpg
Cerca Hotel e Agriturismo
1  Camera  2  Adulti  0  Bambini
OK
Bastia - panorama

Cosa Vedere A Bastia Umbra In Un Giorno

Situata nel cuore dell'Umbria, tra Perugia e Assisi, Bastia deve le sue origini all'epoca romana, ma visse il periodo di maggior splendore nel vivo nel corso dell'undicesimo secolo, quando divenne un importante castello. Il suo nome, Bastia, deriva proprio dalle imponenti mura della città e dai numerosi bastioni di cui era dotato il suo castello.

>>Vuoi visitare Bastia Umbra? Contatta ora i migliori agriturismi nelle vicinanze e scopri le offerte!

Uno dei luoghi più suggestivi della cittadina è senza dubbio la Rocca Baglionesca, una costruzione fortificata edificata nel corso del Quattrocento per essere utilizzata come residenza da parte della famiglia Baglioni, che governava la città. Nel corso del Seicento, quando i Baglioni avevano perso il potere, il monumento fu adibito a monastero benedettino femminile. All’interno della Rocca è possibile ammirare la Chiesa di Sant’Anna del XVIII secolo, realizzata con il contributo di Artemisia Baldeschi, contessa di Perugia.

Uno dei più importanti luoghi di culto è la trecentesca Chiesa di Santa Croce, che si affaccia su Piazza Mazzini, caratterizzata dalla facciata di calcare bianco e rosa tipico del Subasio, con una navata in stile gotico che conserva al suo interno numerosi affreschi e opere d'arte. La Chiesa di Sant'Angelo è più antica della città. Gravemente danneggiata dal terremoto del 1997 e, una volta terminate le operazioni di recupero, sarà utilizzata come auditorium comunale. Da vedere inoltre la chiesa di San Rocco e quella di San Paolo delle Abbadesse, dove nel 1212 si rifugiò santa Chiara per sfuggire ai genitori.

Altri due monumenti che è consigliabile visitare nel borgo umbro sono il ponte sul fiume Chiascio, corso d'acqua sul quale si è sviluppata la città, e il monumento eretto in memoria di Colomba Antonietti, giovane ragazza di Bastia Umbra che in epoca risorgimentale sacrificò la sua vita per combattere al fianco della Repubblica italiana.

Cosa fare a Bastia Umbra

Cosa fare a Bastia Umbra secondo la nostra mini-guida? Posta nella pianura dominata dal Monte Subasio, Bastia Umbra è oggi un importante centro economico per la zona di Assisi, grazie anche all’importante centro fieristico regionale Umbriafiere. L’ospitalità, la storia, la cultura, i patrimoni artistici e paesaggistici dell’Umbria sono importanti fattori positivi che contribuiscono al successo del polo espositivo, che opera in un contesto adeguato a ospitare eventi di carattere nazionale e internazionale.

A circa 10 km di distanza, si raggiungono le Terme Francescane Village. Grazie alle proprietà chimiche delle acque, si possono curare malattie otorinolaringoiatriche, cardiovascolari, ginecologiche, reumatiche e dermatologiche. Possibilità di praticare balneoterapia nelle piscine o nelle vasche singole.

Gli ospiti di Bastia Umbra hanno la possibilità di effettuare escursioni alla ricerca di siti archeologici, itinerari enogastronomici, cicloturistici, storico-artistici e naturalistici. Tra i tour più classici da compiere: la via Flaminia, Eugubino - Alta Valle del Tevere, Torrentismo nella Forra di Pago, le Fosse in Valnerina e l'escursione speleologica alla Risorgenza Solenne a Le Cese di Spoleto.

>> Ci sono offerte in scadenza! Clicca e consulta la lista dei migliori hotel nella zona di Bastia Umbra!

Cosa Mangiare a Bastia Umbra

Vi state chiedendo cosa mangiare a Bastia Umbra? Le ricette tradizionali umbre incorporano gli ingredienti e i sapori di questo splendido angolo di Italia. Assaggiate gli gnocchi al ragù d’agnello, un piatto tipico della cucina contadina, fatta di pietanze semplici ma sostanziose, e il piccione arrosto ripieno o la Palomba alla Ghiotta, un colombaccio arrostito allo spiedo e condito con una salsa all'acciuga, … e non ve ne pentirete!

>>Consulta i ristoranti migliori nella zona di Bastia Umbra! Clicca e prenota.

La Ciaramicola è un dolce tradizionale che si prepara durante la settimana di Pasqua. All'impasto tipico del torcolo si aggiunge anche dell'alchermes, che produce il caratteristico colore purpureo delle fette. Il dolce viene normalmente ricoperto da una meringa dolce, cosparsa di sferette argentee e bastoncini colorati di zucchero.

>>Se hai deciso di vedere Bastia Umbra o e di assaggiare le sue specialità ti consigliamo di contattare ora i b&b nelle sue vicinanze >> clicca questo link.