http://www.bellaumbria.net/wp-content/themes/bellaumbria/overlay/home.jpg
Cerca Hotel e Agriturismo
1  Camera  2  Adulti  0  Bambini
OK
Ameliadoc 2012, Viticoltura Ed Enologia Di Qualità Nell'amerino

AMELIAdoc 2012, Viticoltura ed enologia di qualità nell'Amerino

Amelia dal 15/06/2012 al 17/06/2012
Tipo di evento:
  • Enogastronomia e sagre

Telefono: (+39) 0744 978586

www.ameliadoc.it  

Descrizione

Dal 15 al 17 Giugno 2012 ad Amelia (TR) torna per la 6a volta AMELIAdoc - Viticoltura ed enologia di qualità nell'Amerino, la kermesse dedicata alle degustazioni dei vini D.O.C. “Colli Amerini” e di tutti i prodotti “eccellenti” del comprensorio amerino.

Si parte Venerdì 15 Giugno 2012 presso gli stupendi giardini di Palazzo Farrattini alle 19:00 con il Cooking Show “Emozioni fuori e dentro il piatto” a cura dello chef Paolo Trippini del ristorante “Trippini” di Civitella del Lago, Baschi (TR). Posti limitati, prenotazione obbligatoria entro il 14 Giugno 2012.

Sabato 16 Giugno 2012 a partire dalle ore 17:00 presso la Pinacoteca del Museo Archeologico Verticale di Brunello di Montalcino DOCG “Poggio alle Mura” della cantina Castello Banfi, la cantina ospite di AMELIAdoc 2012. Posti limitati, prenotazione obbligatoria entro il 14 Giugno 2012.

Domenica 17 Giugno 2012 spazio, a partire dalle 10:30 e fino a sera presso il chiostro di S. Francesco, ai banchi di assaggio delle 16 cantine (15 amerine più la ospite). Per le degustazioni è obbligatorio acquistare il bicchiere, costo € 10. Inoltre si potranno degustare i prodotti tipici del territorio come l'olio DOP e fare visite guidate, dalle 11:00 alle 12:00, al Museo Civico di Amelia.

Oltre che trovare ulteriori informazioni sul programma, cantine aderenti e prenotazioni, sul sito ufficiale http://www.ameliadoc.it/ sarà possibile ottenere degli sconti, per singoli eventi o “mini-abbonamento” per tutte e 3 le giornate, tramite Coupon compilabili e scaricabili da consegnare poi all'ingresso.

AMELIAdoc 2012 sarà anche una manifestazione benefica in quanto devolverà il 10% dell'incasso alle popolazioni dell'Emilia Romagna colpite dal terremoto.